Catelli e Icardi vincono il terza di Pasqua

Questo articolo è presentato da:

Il Tennis Club Sale ha organizzato dal 12 marzo al 11 aprile il torneo “Trofeo di Pasqua” limitato alla terza categoria con in programma un singolare maschile e un singolare femminile. La manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, ha riscosso nuovamente un numeroso successo di partecipanti, infatti, nel maschile sono stati 107 e nel femminile 31. È stato il primo torneo della stagione estiva giocato all’aperto e, forse anche per questo motivo, non sono mancati i colpi di scena.

Il torneo maschile ha visto trionfare Nicholas Catelli (3.2 Borgotrebbia) per 6/3 4/6 11/9 contro Roberto Facciano (3.2 TC Faster). L’atto conclusivo del torneo è stata un’autentica battaglia e ha visto spuntare il giovane atleta piacentino ai danni del più esperto tennista torinese. Il primo set è stato caratterizzato dalla partenza sprint di Catelli che, grazie anche alla regolarità dei colpi da fondo campo, ha potuto gestire il primo parziale. Il secondo set ha visto il ritorno di Facciano, grazie ai suoi cambi di ritmo ed ad un back di rovescio profondo e insidioso, che ha prevalso per 6/4. Sul punteggio di un set pari si è disputato il supertiebreak concluso 11/9 dopo scambi emozionanti e dall’alto tasso tecnico espresso.

Il vincitore Catelli, partito dai sedicesimi di finale, è un habitué delle vittorie al supertiebreak per 11/9 infatti risultato analogo ha ottenuto agli ottavi contro Salvatore Simone (3.1 Monviso). Il finalista Facciano, partito dagli ottavi di finale, dopo aver superato agevolmente il primo turno ha dovuto ricorrere al supertiebreak contro Conte Edoardo (3.2 DLF AL) per 6/3 5/7 10/6.

La competizione ha messo in mostra due casalesi, uno nel tabellone di terza categoria e uno in quello di quarta, come autentiche sorprese. Il next gen classe 2009 Andrea Petrini (3.3 Nuova Casale) ha vinto ben cinque match stoppandosi solo in semifinale. Sicuramente la vittoria in quasi tre ore contro Simone Vellano (3.1 Stampa Sporting) per 6/1 4/6 10/7 dimostra come l’enfant prodige casalese meriterà classifiche e palcoscenici superiori.

Nella quarta categoria l’assoluto protagonista è stato Enrico Portigliatti (4.3 Canottieri Casale), atleta over 60 con una dedizione e passione per questo sport da mostrare nelle scuole tennis. Portigliatti dopo aver superato quattro turni nel tabellone di quarta categoria si è qualificato in quello di terza imponendosi anche con il 3.5 Bruni Matteo (TC Eni Sannazzaro) per poi arrendersi, complice qualche problema fisico, al sesto turno contro Petrera Paolo (3.4 Paradiso Valenza).

Al torneo ha partecipato anche il vivaio della squadra locale di serie B2 maschile Luca Ricci (3.3) che è riuscito a superare due turni contro Passalacqua Lorenzo (3.4 Villaforte) per 6/1 6/1 e Adriano Capitani (3.3 Milano Tennis Academy) per 6/2 6/4 prima di cedere non senza qualche recriminazione contro Conte Edoardo (3.2 DLF AL) per 5/7 5/7. È importante annoverare come il torneo sia stato caratterizzato dalla “caduta” delle teste di serie. Erano cinque le teste di serie, corrispondenti ai cinque 3.1, e quattro di essi sono stati eliminati subito al primo turno e solo uno ha superato la prima partita per poi uscire sconfitto al turno successivo (quarti di finale).

Il singolare femminile ha visto trionfare la testa di serie n.4 Greta Icardi (3.2 CT Cassine) che si è imposta dopo quasi 2 ore e mezza contro Massocco Debora (3.2 Derthona) per 3/6 7/6 10/3. La finale ha visto un alternarsi di emozioni. La Massocco, maestra presso il circolo tortonese, dopo aver condotto per un set e mezzo imponendo un ritmo superiore e limitando i gratuiti, ha visto il ritorno della giovane tennista cassinese che, grazie a una maggiore freschezza fisica e solidità dei colpi a fondo campo, ha prevalso nel supertiebreak finale. Il match tra queste due ragazze sta diventando un classico della provincia, infatti si sono scontrate ben tre volte negli ultimi dieci mesi con una vittoria per parte (Massocco al terzo set nel maggio scorso presso il TC Alessandria e Icardi in due set un mese fa al CSC Orti) e questa a Sale poteva essere considerata a tutti gli effetti “la bella”.

La vincitrice Icardi, partita dai quarti di finale, si è presa lo scalpo di eliminare in semifinale la testa di serie n.1 Beatrice Bindolini (3.1 Sporting Milano 3) per 7/5 6/3 mentre la finalista Massocco ha dovuto ricorrere per ben tre incontri su quattro al supertiebreak ( 10/2 contro Rolfo 3.5, 10/7 contro Baneva 3.5 e 3/10 contro Icardi 3.2).

La sorpresa del torneo è senza dubbio la giovane under 16 Siana Baneva (3.5 DLF AL) capace di vincere ben quattro incontri, sconfiggendo avversarie con classifica ben superiore alla sua e fermandosi solo in semifinale.

Il torneo femminile ha visto la partecipazione anche dei due vivai salesi della Serie C cioè la 3.2 Isabella Maccarini e la 3.1 Camilla Roano. La prima ha superato il primo turno per 6/3 7/6 contro Lampitelli Letizia (3.3 Le Pleiadi) per poi uscire sconfitta contro la forte Beatrice Bindolini, mentre la Roano ha dovuto alzare bandiera bianca subito al primo turno contro Baneva per 6/3 2/6 5/10.

È opportuno segnalare come il torneo si sia svolto all’insegna del fair play e della correttezza, infatti, in circa 130 incontri le contestazioni si contano sulle dita di una mano.

Condividi questo articolo con i tuoi Social

WhatsApp
Facebook
Email

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.